Category Archives: Germania

La Germania mette il turbo all’ambiente col motore elettrico

Un milione di auto alimentate a batteria entro il 2020: è ambiziosa l’ultima sfida ecologista lanciata dal governo uscente di Berlino. Il piano prevede incentivi per l’acquisto dei veicoli e lo sviluppo della ricerca nel settore

Un milione di auto elettriche su strada entro il 2020: è questa l’ultima sfida lanciata dal governo uscente di Angela Merkel per rilanciare il settore dell’auto in Germania. L’ambizioso obiettivo è stato annunciato nei giorni scorsi dal Consiglio dei ministri tedesco nell’ambito del varo del “Piano nazionale per lo sviluppo dell’elettromobilità”, vero e proprio programma di azione governativo per adattare il futuro del mercato automobilistico nazionale alle nuove sfide che la ricerca di fonti energetiche alternative al petrolio sta imponendo alla mobilità. Nello specifico, oltre allo sviluppo di una rete di stazioni di rifornimento elettriche in tutta la nazione, il piano prevede un programma di incentivi per l’acquisto di 100mila auto elettriche, che andrà a completare i 500 milioni di euro stanziati per la ricerca nel settore. In totale saranno spesi 115 milioni di euro per introdurre le vetture a livello re gionale mentre altri 170 milioni saranno destinati alla ricerca tecnologica sul sistema di alimentazione delle automobili così come sulla formazione di tecnici specializzati.

Finanziare la ricerca e potenziare le infrastrutture

Dalle batterie al sistema di ricarica delle autovetture elettriche, sembra infatti essere questa la priorità del governo della cancelliera per non far perdere alla Germania il treno del mercato. «Non è ancora chiaro l’ammontare degli incentivi previsti» ha affermato il ministro dell’Economia, giustificando così la mancanza di un budget preciso per gli aiuti agli acquirenti. «Prima è necessario finanziare la ricerca e potenziare le infrastrutture in quanto gli incentivi all’acquisto hanno senso solo se sono sostenibili a livello di budget e le infrastrutture sono sufficientemente mature». In particolare, secondo il ministro tedesco, è sull’evoluzione delle batterie al litio che deve puntare l’industria tedesca: «Queste batterie sono ancora troppo pesanti, hanno poca autonomia e costano troppo, tra 10mila e 15mila euro ognuna», ha dichiarato il ministro incoraggiando la nascita di una produzione nazionale che svincoli la Germania dalla dipendenza dai Paesi asiatici, attualmente all’avanguardia nel settore. Una presa di coscienza che, per non risultare già tardiva, dovrà necessariamente essere accompagnata dall’impegno congiunto di tutti i protagonisti del settore se si considera che le stime del governo di Berlino indicano nel 2015 l’anno in cui i costruttori tedeschi saranno pronti a immettere sul mercato i primi modelli.

mercedes-motore-elettrico

I consumatori vogliono un incentivo per passare alla macchina elettrica

Dal canto loro, gli ambientalisti, se da un lato non possono che apprezzare gli sforzi governativi per una svolta verso un’industria automobilistica a basso impatto ambientale, dall’altro chiedono garanzie sull’effettiva fattibilità finanziaria del piano, invitando il governo a preventivare da subito un bonus di 5.000 euro per i consumatori che sceglieranno di passare all’auto elettrica. Intanto, a conferma che il futuro delle auto, tedesche e non so lo, è sempre più legato all’elettricità, Bmw ha annunciato la creazione del nuovo brand Megacity che prevede già una propulsione completamente elettrica, mentre dalla Honda alla Renault, dalla Volvo alla Chrysler, si susseguono gli annunci della presentazione di nuovi modelli basati su questo tipo di alimentazione. Intanto, e in attesa di scoprire i veicoli del futuro, il Salone dell’auto di Francoforte si appresta a presentare la nuova versione elettrica: così, nell’anno dei festeggiamenti per il ventennale della caduta del Muro di Berlino, anche la macchina simbolo della vecchia Germania dell’Est potrà guardare verso il futuro e non più solo al passato.

By johnny.saviotto | 10/02/2016 | Fonti alternative, Germania